Quando arriva la suocera a casa

So che è un cliché, lo so. Ma non posso fare a meno di esporlo: mia suocera è venuta a casa nostra e starà qui per un mesetto. Ha detto che, per un’infestazione di termiti del suo condominio, hanno evacuato tutti i residenti. Sarò io cattiva, ma ci credo poco, mi sembra una scusa da Homer Simpson.

Devo essere onesta, mia suocera non è così tanto male come si potrebbe pensare da un post del genere. All’inizio, appena dopo il matrimonio, aveva le chiavi della nostra casa e ci faceva visite a sorpresa sempre – con sempre, intendo proprio sempre. Dopo qualche mese di via vai di questo tipo, e la mia pazienza al limite, decisi di imporre a mio marito un ultimatum: o le toglieva le chiavi, o cambiavo la serratura.

Per carità, non faceva niente di male. Solo che, mentre eri rilassata la domenica pomeriggio a guardarti un film con tuo marito, lei apriva la porta e cominciava a darci dei fannulloni, che di domenica anziché pulire se ne stanno sul divano.

Ora, un mese a casa di questa storia, riusciremo a sopportarlo? Che poi, mio marito poverina, è più esasperata di me, quasi imbarazzato nei miei confronti per avere una madre così. Le ho provato a spiegare che se c’è un cliché che vede le suocere come il male, un motivo ci sarà.

Nell’ultima settimana ha: lavato le tende di tutta la casa, incluse quelle del garage, pulito tutti i bicchieri e bicchierini nella vetrina (che se non ricordo male ha agghindato lei stessa), lavato tutte le stoviglie che usiamo tutti i giorni, pulito completamente l’interno del tostapane, lavato tutte le scarpe, comprese le scarpe da running che uso quasi tutti i giorni per andare ad allenarmi, cosa per la quale le sono grato dato che non sapevamo come fare, sistemato la soffitta e anche gli abiti per la stagione appena iniziata.

E fin qui, tutto bene. Il problema è che poi rinfaccia quel che fa, come se qualcuno le avesse chiesto di farlo. Perché, mi chiedo io?!

I lavori di casa

Sono l’unica che una volta al mese dà una lista di lavori di casa al proprio marito? Io non le so fare, alcune cose, come montare le mensole o sistemare il supporto TV. Lui è sempre stato bravo coi lavori manuali, mi sembra il minimo sfruttarlo di tanto in tanto 🙂

La scorsa settimana gli ho fatto sistemare tutto il garage. Lo ha preso per deposito, ci butta dentro di tutto e indovinate chi lo deve pulire o mettere a posto, di solito? Esatto, la sottoscritta. Ho deciso di prendere una vena più autoritaria, intestardirmi e dire NO. Così, se vuole ritrovare i suoi cacciaviti, è costretto a sistemarseli da solo.

Ogni tanto, presa da una botta di magnanimità, ho provato a sistemare quel caos, ma mi sono anche sentita poi rinfacciare il fatto che lo avessi fatto, perché lui nel suo caos ci ritrova tutto, ha un sistema. Certo, un sistema!

Niente, alla fine gliel’ho imposto, ho iniziato davvero a non metterci più mano e quando non è riuscito più a trovare nulla ha capito che forse era meglio iniziare a farlo una volta al mese (per fortuna che la mia lista glielo ricorda sempre).

Poi gli ho chiesto di sistemare le persiane, che cigolano, non so se ci ha messo dell’olio o cosa, ma ora sono silenziose silenziose. Già che era sulla scala gliele ho anche fatte pulire, ché io ho paura perché soffro di vertigini e salire su quell’attrezzo del male per me è impensabile.

Passando al prato, mi ha fatto un bel lavoro, devo ammetterlo: ha sistemato le siepi, pur non essendo un giardiniere professionista, e ha tolto tutte le erbacce. Lui ha voluto il prato, lui se lo cura! Mi sembra il minimo, no? Il bello è che neanche si lamenta più ormai, semplicemente fa le cose che ho smesso di fare io per disperazione 😀

Come pulire il ferro da stiro in maniera naturale

Il ferro da stiro è un grande amico di tutte le case perché permette di rendere biancheria e capi d’abbigliamento privi di qualsiasi tipo di piega. Per far sì che la sua vita sia lunga e che svolga un ottimo lavoro per molto tempo, però, è importante fare una manutenzione abbastanza di frequente, tale da impedire che compaiano malfunzionamenti di qualsiasi tipo.

Oltre a scegliere adeguatamente l’acqua per il ferro da stiro con caldaia professionale e a utilizzarlo seguendo le istruzioni, è importante anche eliminare calcare e sporco dalla piastra, che potrebbero impedire al prezioso elettrodomestico di svolgere correttamente il proprio lavoro. Se non si procede in questo senso potremmo addirittura avere spiacevoli sorprese stirando, i capi potrebbero rovinarsi inevitabilmente infatti.

In commercio di prodotti per il ferro da stiro e per pulirlo adeguatamente ne esistono in abbondanza, ma capita sempre quell’occasione in cui ci accorgiamo che la piastra è sporca, è domenica, i negozi sono chiusi e non sappiamo come fare. Seguendo qualche rimedio della nonna, prettamente naturale, si può svolgere lo stesso lavoro di un comune prodotto commerciale utilizzando materiali ed elementi presenti in ogni casa.

Ovviamente, prima di pulire il ferro da stiro, è importante tenere a mente che questo non deve essere stato utilizzato recentemente. Qualora fosse stato utilizzato, è importante per prima cosa staccare la spina, secondariamente attendere il tempo necessario affinché la piastra si ghiacci completamente onde evitare ustioni e bruciature.

Per pulire il ferro da stiro, con un po’ di acqua e aceto (una parte di acqua e due di aceto) si ottiene una miscela perfetta, in grado di eliminare l’eccesso di calcare dentro il ferro da stiro. Basta soltanto mettere la soluzione di acqua e aceto nel serbatoio, agitare e aspettare che il ferro di scaldi per poi azionare il vapore. Vi consigliamo di farlo su un lavandino in modo da non sporcare in terra o l’asse.

Ottimo per togliere il calcare dalla piastra del ferro da stiro è acqua, aceto e sale. È sufficiente mischiare due parti di aceto e una di sale tramite la quale bagnare lievemente un panno da passare sulla piastra.

Anche il bicarbonato è ottimo per pulire il ferro da stiro e per togliere completamente le incrostazioni di calcare. Mischiandone un cucchiaio con un bicchiere d’acqua, basta solo passare la soluzione sulla piastra, non serve neppure risciacquare.

È importante, invece, risciacquare la piastra del ferro da stiro se si utilizza il limone, un metodo velocissimo che richiede appena qualche minuto. Tagliare un limone a metà e passandolo sulla piastra, sfregandolo con forza, sarà sufficiente per pulire tutto in maniera adeguata – in questo caso però poi è importante risciacquare con un panno imbevuto con dell’acqua.